top of page

Aprile, pietra portafortuna: diamante

Il diamante è una delle pietre preziose più ricercate e adorate al mondo, simbolo di chiarezza e forza. Il suo nome deriva dalla parola greca Adamas, che significa infrangibile   

Si credeva persino che la pietra natale di aprile avesse poteri curativi, longevità, forza, bellezza e felicità.  
Il diamante è il regalo preferito per il 60° e il 75° anniversario di matrimonio e oggi l'anello di fidanzamento con diamante è diventato un simbolo quasi universale di amore e matrimonio.

 

 

La storia del fascino senza tempo del diamante è iniziata in India, dove i diamanti venivano raccolti dai fiumi e commerciati già nel IV secolo a.C.

I diamanti erano ambiti dai reali e dai ricchi.

Successivamente, lungo la via della seta, le carovane portarono i diamanti indiani, lungo la via della seta, ai mercati medievali in Italia, e nel 1400 stavano diventando accessori alla moda per l'élite europea.

 

 

 


All'inizio del 1700, quando le forniture di diamanti dell'India iniziarono a diminuire, il Brasile emerse come una fonte importante, i diamanti furono scoperti nel Minas Gerais. Il Brasile ha dominato il mercato dei diamanti per più di 150 anni.

La scoperta dei diamanti in Sud Africa, alla fine del 1860, segnò l'inizio del moderno mercato dei diamanti. L'imprenditore Cecil Rhodes fondò De Beers Consolidated Mines Limited nel 1888 e nel 1900 De Beers controllava circa il 90% della produzione mondiale di diamanti grezzi.

Il più grande diamante mai trovato – a 3.106 ct (621 grammi) – è stato recuperato dal Sud Africa  nel 1905. Da esso è stato tagliato il diamante Cullinan I a forma di pera da 530 ct, noto anche come la Grande Stella di Africa, che ora è incastonata nello Scettro Reale con Croce e ospitata con gli altri Gioielli della Corona nella Torre di Londra.

4D3CA5AF-F925-4282-A0EC-8154ACC990C3.jpeg

                                         Pietra portafortuna di marzo: Acquamarina

I colori dell'acquamarina, pietra portafortuna di marzo, evocano i colori

del mare.

L'acquamarina è stata descritta come "acqua limpida"

Dal verde-blu intenso al blu chiaro, leggermente verdastro, le acquemarine sfaccettate sono spesso prive di inclusioni e limpide come l'acqua, a simboleggiare la purezza dello spirito e dell'anima.

Il nome Acquamarina deriva dal latino per acqua di mare, e gli antichi marinai sostenevano che la gemma avrebbe calmato le onde e avrebbe tenuto i marinai al sicuro in mare e si credeva che desse a chi la indossava protezione contro i nemici in battaglia e in tribunale.

Si pensava anche che rendesse chi lo indossa invincibile e amabile e che accelerasse l'intelletto.

L'acquamarina viene estratta in Brasile, Pakistan, Kenya, Madagascar, Nigeria, Zambia e Mozambico, così come altrove in Africa. STATI UNITI D'AMERICA.

Con una durezza di 7,5–8 sulla scala Mohs, questa pietra portafortuna di marzo è abbastanza resistente da essere indossata tutti i giorni

91D5E680-67E7-4E9F-B1C4-1F7D08949215.jpeg
IMG_6458.jpg

                                         Pietra portafortuna di febbraio: Ametista

L'ametista non è solo la tradizionale e moderna pietra portafortuna di febbraio, ma anche la gemma commemorativa per il sesto e il diciassettesimo anniversario di matrimonio.

In effetti, l'ametista ha forti legami con il mese di febbraio e l'amore.

Secondo la leggenda, San Valentino, il cui giorno dedicato all'amore si celebra a febbraio, indossava un anello di ametista scolpito con le sembianze di Cupido.
Tuttavia, l'associazione simbolica più nota dell'ametista implica la prevenzione dell'ubriachezza. In effetti, il nome stesso "ametista" deriva dalla parola greca amethystos, che significa "non ubriaco". Gli antichi greci credevano che si potesse bere tutta la notte e rimanere sobri se si avesse un'ametista in bocca o addosso.

bd9e10404fb19a7db90cc4af12affe5b.jpg
20180407_122101000_iOS.jpg

Granato, pietra portafortuna dei nati a gennaio

 

l nome Granato deriva dal latino granatus, che significa "melograno"

a causa del colore rosso.
I granati sono stati usati fin dall'età del bronzo come pietre preziose.

Collane con granati rossi adornavano i faraoni dell'antico Egitto.

Gli anelli con sigillo nell'antica Roma presentavano intagli di granato.
La nobiltà del Medioevo prediligeva i granati rossi.

I granati provenivano dalle miniere storiche in Boemia e loro

erano estremamente popolari durante l'era vittoriana (1837-1901).

Secondo l'astrologia indiana, il granato aiuta a eliminare i sentimenti negativi

e infondere maggiore fiducia in se stessi e chiarezza mentale

per promuovere il pensiero creativo e la pace della mente.

Nell'antichità e nel medioevo si pensava che gemme come il granato

fossero rimedi contro malattie infiammatorie e per lenire il cuore agitato.

IMG_3861.jpg
garnet.jpg
bottom of page